Garantire ai nostri clienti

un’attezione etica ed ambientale

Scroll

Queste le certificazioni che caratterizzano alcune delle nostre miscele


CAFFÈ SPECIALI CERTIFICATI

La passione per la qualità ha portato Caffè Agust ad essere tra i soci promotori dell’ associazione Caffè Speciali Certificati– CSC Italia che, con le sue procedure certificate ISO-22005, garantisce la qualità del prodotto:

Il Produttore del caffè
Viene redatto un elenco di produttori di caffè crudo che, per garantire la continuità qualitativa, devono avere le seguenti caratteristiche: possedere piantagioni proprie, lavorare direttamente il prodotto raccolto, non miscelare con altre provenienze, essere esportatori abituali.

La commissione tecnica
La Commissione Tecnica stabilisce le caratteristiche di eccellenza di ogni provenienza di caffè crudo, indicandone anche le zone e l’altitudine ideale di coltivazione, il periodo di imbarco, ecc. Verifica, inoltre, che la qualità del caffè di ogni raccolto sia conforme agli standard qualitativi.

L’assaggiatore qualificato
I Produttori di caffè che hanno i requisiti richiesti inviano alla CSC campioni di ogni raccolto che sono spediti ad un assaggiatore qualificato. Viene, così, effettuato un completo esame fisico ed organolettico, che la Commissione Tecnica esamina per verificarne la conformità alle caratteristiche precedentemente definite.

Il controllore allo sbarco
Quando un torrefattore associato acquista una partita di caffè certificabile, all’arrivo in porto della nave, un Controllore esterno all’associazione effettua una campionatura allo sbarco, inviandola all’Assaggiatore qualificato che la confronta con il campione di raccolto esaminato in precedenza. Se l’Assaggiatore qualificato ne conferma l’identità, la CSC spedisce al torrefattore i Bollini, in misura esattamente proporzionale al quantitativo di caffè crudo acquistato.

La denominazione delle miscele
La denominazione delle miscele deve essere preventivamente dichiarata alla CSC: tali miscele non possono essere commercializzate prive di Bollino CSC.

I campioni delle miscele
I torrefattori sono obbligati a conservare, fino all’arrivo dei Controllori in torrefazione, dei campioni di caffè verde, corrispondenti alle miscele che hanno preventivamente dichiarato, corredati ciascuno di una scheda nella quale vengono dichiarate tutte le partite di caffè certificate usate in quel momento.

I controlli in torrefazione
Controllori della CSC effettuano controlli presso le torrefazioni associate per verificare il rispetto di tutti gli obblighi imposti dalle procedure che garantiscono la qualità del prodotto, compreso la corretta tenuta delle schede di controllo di torrefazione, miscelazione e confezionamento del prodotto.

I bollini ologramma
I bollini CSC sono numerati progressivamente e dotati di ologramma anticontraffazione. Con l’apposizione del bollino, quindi, si garantisce che la confezione sulla quale è stato apposto contiene solo ed esclusivamente caffè Speciale Certificato.